La strage di via D'Amelio - Paolo Borsellino

Get Adobe Flash player

La risoluzione video potrebbe non essere ottimale a tutto schermo

19 luglio del 1992: Paolo Borsellino lascia la casa al mare e raggiunge via D'Amelio a Palermo, la strada in cui abita la madre. La donna fa appena in tempo a sentire le sirene delle auto di scorta che si scatena l'inferno. Un'autobomba esplode uccidendo il magistrato. Con lui perdono la vita anche gli agenti di scorta Agostino Catalano, Walter Cusina, Vincenzo Li Muli, Emanuela Loi e Claudio Traina.