Fascismo

  • Fino in fondo
    Vita violenta di Benito Mussolini

    Un approfondito ritratto del Duce, della sua personalità di uomo e di politico, realizzato con filmati dell'epoca e contributi interpretativi di storici e studiosi italiani e stranieri. Un documentario straordinario, firmato da Sergio Leszczynski con la consulenza storica di Emilio Gentile. Que [...]

    Leggi di più

  • El matt
    Vita violenta di Benito Mussolini

    Un approfondito ritratto del Duce, della sua personalità di uomo e di politico, realizzato con filmati dell'epoca e contributi interpretativi di storici e studiosi italiani e stranieri. Un documentario straordinario, firmato da Sergio Leszczynski con la consulenza storica di Emilio Gentile. Q [...]

    Leggi di più

  • L`omicidio Matteotti
    La morte di un antifascista

    La vicenda del rapimento e dell'assassinio di Giacomo Matteotti, deputato socialista impegnato in prima linea nella denuncia dei crimini e delle violenze del fascismo, ucciso dai sicari del regime il 10 giugno 1924.

    Leggi di più

  • Il caso Silone
    La polemica infinita

    Ignazio Silone, nome d'arte di Secondino Tranquilli, nasce a Pescina dei Marsi, in Abruzzo, il 1 maggio 1900, da un piccolo proprietario terriero e da una tessitrice. Dopo la morte prematura del padre, e la perdita di cinque dei sei fratelli in tenera età, nel gennaio del 1915, quando un terrib [...]

    Leggi di più

  • Amedeo Guillet
    La leggenda del comandante diavolo

    La storia straordinaria di un uomo dai mille volti: ufficiale, agente segreto, ambasciatore, stalliere, acquaiolo, scaricatore di porto e soprattutto guerrigliero. Un uomo camaleontico, imprevedibile e temerario che per restare fedele al suo codice d'onore cambia identità, patria e lingua. La sua [...]

    Leggi di più

  • Giovanni Palatucci
    Il Questore giusto

    È il 10 febbraio del 1945, mancano pochi mesi alla fine della guerra: nel campo di concentramento di Dachau muore un giovane di 36 anni, che si aggiunge alle migliaia di vittime anonime dello sterminio nazista. Quel giovane era Giovanni Palatucci, l'ultimo questore di Fiume.

    Leggi di più

  • If... Gli eroi del Primo Aprile
    Un esperimento di controfattualità

    Cosa sarebbe successo in Italia se il primo aprile del 1940 Italo Balbo, Emilio De Bono, Dino Grandi e Galeazzo Ciano avessero destituito Mussolini con un colpo di Stato? Gli storici Mauro Canali, Simona Colarizi ed Emilio Gentile hanno ricostruito la Seconda guerra mondiale partendo da questa ip [...]

    Leggi di più

  • La via delle canoniche
    Chiesa e Resistenza

    I rapporti tra Chiesa e fascismo dalla marcia su Roma all' 8 settembre 1943  Secondo la storica Emma Fattorini l'incontro tra Pio XI e Mussolini avviene in un clima di grandi aspettative. La famosa frase del Pontefice su Mussolini 'uomo della provvidenza', indica una sintonia, un'affinità, da [...]

    Leggi di più

  • 1945: nodo di sangue
    La vendetta

    Il 15 maggio del 2006 nel suo discorso di insediamento il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha espresso l'importanza che l'Italia acquisti una memoria condivisa su quella primavera del 1945: “Il valore della Resistenza non può essere dimenticato, ma le aberrazioni ci sono state e van [...]

    Leggi di più

  • Lettera 22
    Dal 1900 agli anni del fascismo

    “Lettera 22“, quattro puntate dedicate alla storia del giornalismo italiano dal 900 ad oggi. La Lettera 22 è stata la prima macchina da scrivere portatile creata nel 1950 da Olivetti ed è il simbolo di una professione, il giornalista.

    Leggi di più

  • Il caso Pende
    Il manifesto della razza

    Il 17 novembre 1938 viene emesso il Regio Decreto Legge Provvedimenti per la razza italiana, ispirato al “Manifesto della razza“ pubblicato il 14 luglio dello stesso anno. Uno dei firmatari è il Senatore Nicola Pende, Rettore dell'Università di Bari. La sua adesione sarà poi smentita, ma su quest [...]

    Leggi di più

  • Dino Grandi
    Un fedele disubbidiente

    “Signori, con questo ordine del giorno avete aperto la crisi del regime“. Con queste parole  Benito Mussolini il 25 luglio del 1943, si rivolge ai membri del Gran Consiglio che lo avevano sfiduciato approvando la mozione di Dino Grandi. Quell'ordine del giorno ha fatto di Grandi l'anti-Mussolini [...]

    Leggi di più