Santo Subito - Malattia e via crucis

Get Adobe Flash player

 

"Santo Subito. Malattia e Via Crucis" è il racconto del lungo pontificato di Wojtyla, dall'irruenza dei primi anni alla tragedia della malattia, mai nascosta davanti alle telecamere. Il 16 ottobre 1978 è il momento della sua elezione e il 22 ottobre inizia solennemente il ministero Petrino quale 264esimo successore dell'Apostolo Pietro. Durante il suo pontificato, uno dei più lunghi della storia, Giovanni Paolo II compie numerosi viaggi apostolici in tutto il mondo. Il Pontefice non nasconde mai l’ infinito amore per i giovani tanto che nel 1985 dà il via alle “Giornate Mondiali della Gioventù”. Le 19 edizioni della GMG che si tengono nel corso del suo pontificato vedono riuniti milioni di giovani in varie parti del mondo. Allo stesso modo l’ attenzione per la famiglia si esprime attraverso gli “Incontri mondiali delle Famiglie”, da lui iniziati a partire dal 1994. Giovanni Paolo II promuove con successo il dialogo con gli ebrei e con i rappresentati delle altre religioni, convocandoli in diversi “Incontri di Preghiera per la Pace”, specialmente ad Assisi. Inoltre dà un impulso straordinario alle canonizzazioni e beatificazioni, allarga il Collegio dei Cardinali creandone 231 in 9 Concistori e convoca 6 riunioni plenarie del Collegio Cardinalizio. Giovanni Paolo II muore in Vaticano il 2 aprile 2005 alle ore 21.37 ed i suoi funerali vengono celebrati l'8 aprile davanti a milioni di pellegrini confluiti a Roma da ogni parte del mondo. Si formano code chilometriche di fedeli che attendono anche 12 ore per vedere il feretro del Pontefice. Il pianeta dunque sembra fermarsi e le televisioni modificano i loro palinsesti per trasmettere quasi unicamente celebrazioni liturgiche, dirette da San Pietro e speciali sul Papa.