Don Zeno Saltini - Il prete ribelle

Get Adobe Flash player

 

Una comunità dove tutti i beni sono in comune, dove non circola denaro, non esiste proprietà privata o disoccupazione e le famiglie sono disponibili ad accogliere figli in affido. Questa è Nomadelfia ("Dove la fraternità è legge"), la comunità fondata da Don Zeno Saltini il 14 febbraio del 1948 per abolire ogni forma di sfruttamento e per promuovere una democrazia diretta, atta a renedre l'uomo libero e in comunione con Dio. Qui tutti lavorano ma nessuno è pagato. Chi sbaglia è perdonato, purché ammetta il suo errore e si penta. Ogni giorno si dedica un'ora alla riflessione. La regola è ricavata dalle prime comunità cristiane di cui parlano gli Atti degli Apostoli. Per lo Stato italiano è un'associazione civile, una fondazione, organizzata sotto forma di cooperativa di lavoro. Per la Chiesa è una parrocchia comunitaria e un'associazione privata tra fedeli, ma non chiusa in se stessa, perché si presenta come fermento in mezzo alla società che la circonda.